Moschea di Alabastro

Nota come la Moschea d'Alabastro per il materiale che la ricopre all'esterno, la Moschea di Muhammad Ali si trova sul monte Muqatam, nella Cittadella del Saladino.

La moschea fu costruita tra il 1830 e il 1857 per volere di Muhammad Ali in memoria del figlio primogenito, morto nel 1816. Gli architetti si ispirarono alla Moschea Nuova di Istanbul  e le fondamenta furono costruite usando parte del materiale degli edifici demoliti per la sua costruzione.

Il tempio fu eretto seguendo il modello delle moschee ottomane, con pianta rettangolare sormontata da una grande cupola centrale e svariate semi-cupole delimitate da eleganti minareti.

Percorrendo la moschea

La Moschea d'Alabastro è un'oasi di pace nel caotico centro del Cairo. La sua enorme sala della preghiera è decorata con bellissimi mosaici e pietre preziose incastonate, mentre il pavimento è ricoperto da tappeti che cercano di attutire il suono dei passi dei visitatori.

Nel cortile interno, uno degli elementi che più sorprende è l'orologio che Luigi Filippo I regalò all'Egitto in cambio dell'obelisco che oggi svetta al centro di Place de la Concorde a Parigi. Paradossalmente, l'orologio non ha mai funzionato.

Una delle moschee più importanti

La Mosche d'Alabastro è una delle più visitate dai turisti, grazie alla sua posizione strategica, visibile da ogni punto di Cairo Vecchia, trasformandosi così in uno degli emblemi della città.

 

Orario

Da lunedì a domenica, dalle 8:00 alle 17:00.

Prezzo

Adulti: 140 LE.

Studenti accreditati: 70 LE.