Alessandria d'Egitto

Alessandria d'Egitto

Fondata nel 332 a.C. da Alessandro Magno, Alessandria d'Egitto fu il principale centro culturale del mondo antico e il suo passato racchiude una storia realmente appassionante.

Situata sulla costa del Mediterraneo e con oltre 4 milioni di abitanti, Alessandria d'Egitto è il porto principale del paese e uno dei principali del Mediterraneo. Oggi è la città egiziana più cosmopolita e occidentalizzata del paese.

Cosa vedere ad Alessandria d'Egitto

La città è storicamente conosciuta per il suo Faro, costruito nel III secolo a.C. e distrutto nel XIV secolo d.C. a causa di due terremoti. Considerato una delle sette meraviglie del mondo antico, fu costruito sull'isola di Pharos (che diede poi il nome a questo genere di costruzioni) e raggiungeva i 130 metri d'altezza.

La città inoltre è mondialmente conosciuta anche la antica Biblioteca di Alessandria d'Egitto. Considerata una delle più illustri costruzioni dell'antichità, questo templio del sapere raggiunse fama internazionale, durante il governo della dinastia tolemaica, sia per gli studiosi che la frequentavano (come Euclide ed Eratostene) sia per l'altissimo numero di volumi papiracei contenuti (si pensa più 700.000). Quando l'Egitto divenne provincia romana, nel (30 a.C., iniziò il declino di questa magnifica istituzione, finché l'imperatore Aureliano saccheggiò Alessandria distruggendo la Biblioteca, nel 280 d.C.

Grazie all’interesse dell’UNESCO e della comunità internazionale, nel 2002 è stata ricostruita la Nuova Biblioteca di Alessandria, sugli stessi luoghi dell’antica, che merita comunque una visita.

Altri luoghi d'interesse della città sono la Cittadella di Qaitbay, una fortezza che si innalza sul Mar Mediterraneo, proprio dove si trovava il Faro di Alessandria, e alcune rovine greco-romane che si trovano in diversi punti della città.

Interessante, ma non fondamentale

La visita di Alessandria d'Egitto non è una meta irrinunciabile durante un viaggio in Egitto: a meno che non abbiate a disposizione molto tempo, se volete conoscere l'Egitto, il nostro consiglio è di privilegiare altre destinazioni come Il Cairo e Luxor. Tuttavia, se volete visitare la città, date un'occhiata alle attività, alle visite guidate e ai tour in italiano che vi offriamo: